Carnival Jam 2012, il report

A carnevale ogni scherzo vale, ma se qualcuno pensava di farci uno scherzo può star pur tranquillo che non c’è riuscito affatto anzi forse si è perso semplicemente un’altra delle molte jam dove i rider si trovano e girano senza troppe menate e senza sguardi di tensione, dove la competizione viene lasciata a casa e se si ha un pò di freddo alle mani si fanno due applausi in più per chi chiude un trick stiloso e gli si da il cinque! Questa era l’atmosfera che si respirava ieri a partire della 10 di mattina presso la pool del parco Lambro, location che ormai da più di 9 anni è “palestra” di allenamento di molti riders lombardi e non e che ancora una volta ieri ha ospitato una nuova edizione della Carnival Jam.
Un’edizione ricca di riders provenienti da Trento, Brescia, Treviso, Reggio Emilia, Firenze e ovviamente Milano che con i loro costumi hanno portato un pò di colore in più nella grigia Milano. Tra i primi ad arrivare il Capitano Dadda che con tanto di cappello da comandante ha fatto vedere a tutti i suoi trick che ormai manda a comando su ogni tipo di transizione, da Trento una squadra di bolliti con Hippy spirituale, un Bob Marley in Bmx e un Nutti Fantino in sella al suo cavallo d’acciaio!
Da Milano una parrucca sexy fluo rubata probabilmente in tangenziale la sera prima era sulla testa di un infortunato Simone che ha “molestato” per tutta la giornata i presenti e si divertiva a giocare con la terza gamba di Casti, un Nino catapultato nel mondo dei super Eroi con tanto di maschera da Iron Man mentre Limonta vestito da meccanico offriva consigli tecnici per le nuove leve e la sexy infermierina Stain ha avuto tempo di girare e di non dover curare nessuno! Per tutto il pomeriggio i riders si sono alternati e hanno dato vita a questa giornata di genuina bmx che si è conclusa con un bunny hop contest organizzato dai ragazzi di MB che ha visto vincitore Tharaka con 114 cm!

Ringraziamo Andrea Gilardi per le foto, io ieri come potete notare non ho scattato molto. Per l’ennesima volta Nosoccer vuole vivamente ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questa jam, coloro che sono venuti a pulire ed asciugare la pool, la cricca dei locals e i ragazzi Extrem Bike e ovviamente Osiris, Lobster, Calle Marconi e QuintinCo per aver messo i premi che come ad ogni jam che si rispetti permettono di dar vita ad un “price pogo” degno dei migliori concerti Hard-Core! Ora andate a fare un pò di scherzi.. è Carnevale!

3 Risposte “Carnival Jam 2012, il report”

Lascia un commento


8 + nove =