Alessandro Barbero ITW

Finalmente siamo riusciti ad entrare in contatto con il nostro Alessandro Barbero per una veloce chiaccherata, storie di infortuni, viaggi e molto di più. Insieme all’intervista ale ci ha mandato un bel mix di fotografie di trick e della sua vita, privata e non!

Ciao ale, è un po’ di tempo che non pubblichiamo notizie su di te, poco prima del Redbull Metro Pipe hai dovuto abbandonare per essere operato al ginocchio, di certo una botta morale non indifferente visto che il bello della stagione stava proprio per iniziare e il fatto di essere in team con Alistair Whitton poteva già farti partire carico di buoni propositi! Riesci brevemente a descrivere quello che hai provato in quel momento per far capire anche a chi ci segue quanto possa essere amaro accettare certi referti medici?

Grazie mille di questa opportunità, certamente è un periodo davvero difficile della mia carriera di rider, intanto la sessione di eventi poco piacevoli incominciò a Gennaio, quando a casa mia a Priero mi lussai 2 dita della mano destra una settimana prima di partire per woodward, appena riuscii a partire mi tagliai un dito facendo la macedonia e una settimana dopo mi infortunai alla spalla separandomi l’acromion clavicolare.
Voi pensate che sia finita qui? Appena guarito torno in america e ricomincio a girare bene di nuovo e dopo due settimane una mattina a caso mi sveglio con un ginocchio dolorante pensando che fosse solo portato dal riding intenso invece dopo la risonanza (ero già a Madrid…) il dottore mi disse che avevo 2 menischi rotti.
E’davvero difficile fare la vita del rider ci sono gioie ma anche tanti dolori non è solo party e divertimento, bisogna anche saper gestire altri tipi di situazioni.

Riding in Priero

La tua operazione al menisco sappiamo che è andata a buon fine, come stai recuperando da questo intervento? Che tipo di “strategia” stai adottando per rimetterti al lavoro in sella alla bmx?

Intanto il recupero attivo è sempre la soluzione migliore, poi bisogna affidarsi a fisioterapisti di un certo tipo ed esperienza, bisogna costantemente fare le terapie tipo la Tecar o Laser e lavoro manuale poi la palestra per ritornare con un tono muscolare che sia di nuovo in grado di sostenere gli urti e le torsioni! Poi io a due settimane dall’operazione ero già in sella alla mia BMX ed è sempre difficile tornare al top soprattutto dopo tutte queste sfortune. L’unica strategia e non mollare mai…

Girando sempre per contest immagino sia normale farsi male, quando sei ad un contest, ci pensi oppure cerchi sempre di dare il meglio senza pensare troppo alle conseguenze?

Non si ha paura di farsi male fino a quando non te ne fai! Solo la preparazione e l’esercizio può riuscire a farti andare via la paura di farti male, anche saper cadere però ti può aiutare. Poi la paura si deve sempre trasformare in adrenalina positiva bisogna sempre riuscirci!

Seguiamo spesso i tuoi spostamenti anche grazie alla tua nuova pagina Facebook, ora dove sei di preciso e che progetti hai per i prossimi mesi?

Si ho questa nuova pagina facebook è sta funzionando abbastanza bene anzi ne approfitto per seganalere a tutti i riders italiani che se vogliono seguirmi devo solo cliccare “Mi Piace”. Quest’ anno ci sarà solo uno stop dei DEW Tour Park a Ottobre e Dirt ad Agosto, mi piacerebbe provare Dirt quest’anno vediamo un pò! Poi i soliti contest in giro per l’europa e poi il Barbero and Friends, ci vieni vero?

Ovvio che ci saremo al Barbero and Friends! Non hai mai pensato di cambiare il tuo stile di vita da pro in favore di uno più “tranquillo” con più filming e shooting e meno big contest?

Mi piacerebbe molto ma filmare è molto costoso e sembra che i miei sponsor non vogliano investire su questo. E’ un peccato anche perchè da solo non vai lontano speriamo che salti fuori qualche opportunità quest’anno. Fare contest è anche divertente la vita insegna che bisogna imparare a mettersi in gioco e sapersi confrontare, ti insegna a vivere anche la vita quotidiana. Poi chi dice che l’importante e partecipare non la pensa come me, l’importante è spaccare e fare del tuo meglio poi se non ci riesci l’importante è divertirsi e fare quello che ti piace!

Durante le terapie

Quando sarai di nuovo in Italia? hai in programma nuove demo con il Kobra team?

Chiaramente si, abbiamo fatto una super Demo a Roma in occasione della giornata della bicicletta il 13 Maggio poi abbiamo altre cose in programma ma sono ancora da confermare, comunque mi piace tantissimo fare gli Show mi fa sentire bene in mezzo alla gente che ha voglia di emozionarsi e conoscere, da molta soddisfazione sotto molti punti di vista e tante volte ti aiuta anche per trovare la motivazione a fare trick nuovi.
Il Team mi piace molto così ma ora sto cercando di trovare un pò di ragazzi nuovi che abbiano voglia di venire a provare a fare le Demo con noi e imparare a dare spettacolo.

Parlando di Kobra Team: nulla da togliere agli altri che spaccano tutti, ma: descrivimi Fabio Limonta in 5 parole, alla fine il vecchio magutto bergamasco sembra sempre riuscire a far parlare di se!

Fabio è una pedina indispensabile nel nostro team piace alla gente e a me piace il suo modo di fare le cose e poi è “imprevedibile” nel corso di una demo lui è l’unico del team che non sai mai come concluderà. Poi mi piace il suo modo di essere “grossolano” con i pegs. Mi auguro solo che non mi distrugga le rampe nuove hahahah!
La sua forza è la sua “ignoranza” anche se trovare delle persone disponibili e simpatiche che abbiano voglia di girare come lui è molto difficile.

Ora che hai 29 anni, come ti senti quando arriva il ragazzino di turno e distrugge il jumpbox con trick allucinanti? Come è cambiato l’approccio nella scena bmx soprattutto americana dove ogni anno esce il “moccioso” che si fa notare in mezzo alla massa? Che consigli ti senti di dare a livello di gestione contatti e sponsor?

La BMX è cambiata parecchio diciamo che ora la odio come quanto la amo. Siccome per ognuno di noi ci sono periodi e cicli e l’età passa per tutti, io ora sono molto focalizzato sul modo di girare in determinati tipi di park, sono molto propenso a vedere sempre più contest come il Red Bull Metro Pipe e l’Empire of Dirt.
Come me tutti i nuovi ragazzini hanno sogni come girare il mondo, inventare tricks e vincere contest oppure filmare video park spesse. Quindi appena inizi sei affamato di tutto e di più. Il consiglio è di cavalcare l’onda e di trovare un agente che ti possa gestire bene sia a livello di immagine che di management.

Alessandro Barbero e la sua Fiat 500 americana

Ovviamente ci auguriamo di vederti in sella alla tua bmx e presente ai più importanti contest per molti anni ancora. Ma a volte ti fermi un secondo a pensare al tuo futuro? Hai già idee in merito?

Come dicevano i SEX PISTOLS Noooo Futureeee for meeeeeeeeeeee!

Ringraziamenti?

Tutti i miei Partner: RedBull, Oakley, Fiat, Sector, Hyper, TSG, Skullcandy, Vans, Moskova, Invicta, Maxxis, Woodward and 43.
La mia famiglia, i ragazzi del Park di Priero e i miei collaboratori (Ricky, Lorenz ecc ecc) Il mio agente Simon e Gio Balestra.
Grazie di tutto ragazzi a presto!!

Grazie a te Ale, buon riding!

6 Risposte “Alessandro Barbero ITW”

  1. Fida

    mirko scrive:Giuliano e8 vero che non ci semtiano da qualche giorno, ti sto cercando per l’incontro del 28, se mi chiami ti porto una macedonia ., intanto hai fatto bene a votare alle elezioni Camera Penale i colleghi lo hanno molto apprezzato.Ti cerco ancora domaniUn abbraccioMirko

    Rispondi

Lascia un commento


9 + cinque =